Questo documento serve per descrivere la personalizzazione del percorso educativo didattico seguito dall’allievo durante il suo iter scolastico; è un documento previsto da diverse normative, per ultime la Direttiva Ministeriale 27 dicembre 2012 e la C. M. n. 8 del 6 marzo 2013, dove viene specificato che un documento può essere redatto per qualunque studente laddove sia necessario. Pertanto il PDP può essere previsto per alunni con DSA, situazioni di BES, come quando uno studente deve cambiare scuola o passare da un ordine d'istruzione all'altro, affinché gli insegnanti che lo accoglieranno siano al corrente del percorso svolto, della personalizzazione dell'insegnamento, degli strumenti e delle metodologie utilizzate al fine di una corretta e proficua continuità didattica ed educativa e per favorire il successo formativo.

Il PDP può essere utile anche al fine di un esame o qualora sulla classe dovesse intervenire una supplente o una nuova insegnante.

Personalizzare l'insegnamento non significa differenziarlo con percorsi diversi da quelli delle classe, cosa che può accadere con alunni disabili. Personalizzare l'insegnamento significa rendere flessibile la programmazione con tempi adeguati ai tempi dell'allievo DSA o BES; significa utilizzare strumenti dispensativi e compensativi, significa modificare la propria metodologia affinché diventi efficace per ogni studente della classe.

Sostanzialmente col PDP si descrive ai colleghi che accoglieranno il proprio alunno, che cosa si è fatto con lui al fine di favorire il processo di apprendimento, quali sono state le sue reazioni, quali le modalità di verifica, quali i tempi, quali le collaborazioni con la famiglia, quali i punti di forza e debolezza da tener presente. Per i nuovi insegnanti diventa una sorta di guida utile a continuare un percorso ben preciso.

Alla stesura del PDP devono partecipare tutte le figure professionali che si occupano di lui, genitori compresi .

Il PDP deve essere redatto, di norma, all'inizio dell'anno, dopo un adeguato periodo di osservazione ( un mese circa), con la partecipazione di tutte le figure che lo mettono in atto e essere presentato ai genitori che dovranno leggerlo e, laddove necessario, condividerlo.

Copia del PDP resterà nel fascicolo dell'alunno per tutto l'iter scolastico e si potrà richiedere una copia depositando la richiesta motivata in segreteria.

Il PDP che si compila per i DSA è un documento previsto dalla legge (art. 5 D.M. 12luglio 2011 su DSA)