L'IIS (Istituto di Istruzione Superiore) A. Pacinotti è nato nell'a.s. 2011/2012 dall'accorpamento di due istituti: l'ITIS A. Pacinotti e l'ITG G. Massari, articolazione dell'IIS Foscari di Mestre (non più esistente).
Questi due istituti hanno però alle spalle una storia decennale.

L’ITIS “Pacinotti” è il primo Istituto Tecnico Industriale della Provincia di Venezia: la sua attività ha inizio infatti a Venezia nel 1941, a supporto dello sviluppo economico-culturale della zona industriale di Marghera e, più in generale, del Nordest. Trasferitosi poi a Marghera e nel 1952 a Mestre (nella sede attuale), ha fondato in seguito tra gli anni Cinquanta e Sessanta, come sedi staccate, gran parte degli attuali e rinomati istituti tecnici della provincia veneziana, di Treviso, Conegliano e Pordenone.

Antonio Pacinotti - Fisico (Pisa 1841 - ivi 1912). Inventore del motore e della dinamo a corrente continua, P. svolse ricerche anche in altri campi, dall'astronomia (ideò un cronografo elettromagnetico) alla termologia, alla meccanica agraria.
Allievo del Collegio S. Caterina, e inoltre del padre Luigi, professore di fisica tecnologica nello Studio pisano, P. nel 1856 si iscrisse nell'università di Pisa dove si laureò, dopo breve interruzione di studi per partecipare alla guerra del 1859, in matematiche applicate (1861). Dopo un anno di assistentato presso il padre, fu nominato (maggio 1862) aiuto di G. B. Donati, astronomo a Firenze; in seguito, alla fine del 1864, professore di fisica e chimica, poi di fisica nell'Istituto tecnico di Bologna. Nel marzo 1873 fu professore di fisica nell'università di Cagliari, e infine (1881) di fisica tecnologica nell'università di Pisa, ove successe a suo padre. Senatore dal 1906, fu socio delle più alte accademie italiane (socio nazionale dei Lincei, 1898) e di molte straniere, presidente onorario dell'Associazione elettrotecnica italiana (1905).
Inventore dell'anello che da lui prende nome...

[ http://www.treccani.it/enciclopedia/antonio-pacinotti/ ]

L'Istituto Tecnico per Geometri "Massari" diventa autonomo il primo ottobre 1968 con un telegramma inviato dal Ministero all'allora preside del Foscari prof. Chisso, perché l'Istituto "Foscari", che comprendeva sia l'indirizzo ragionieri che l'indirizzo geometri aveva raggiunto un numero troppo elevato di studenti.
L'intitolazione dell'Istituto a Giorgio Massari avviene nella seduta del Collegio del 10/11/1969 con voti 23 (a Pietro Paleocapa voti 22) e dopo aver scartato altre proposte nei nomi di Aldo Manuzio, Arrigo Serpieri, Ignazio Porro.

Giorgio Massari - Architetto (Venezia 1686 circa - ivi 1766). Allievo di A. Tirali, promosse il ritorno dell'architettura veneziana al classicismo cinquecentesco, temperato da un movimento e da una grazia nei particolari tipicamente settecenteschi. Attivo soprattutto a Venezia, vi costruì, tra l'altro, le chiese dei Gesuiti (1726-36), di S. Marcuola (1728-36), della Pietà (1745-60), la facciata della scuola della Carità (1756), ora Accademia di belle arti, il palazzo Grassi (1749-66), e completò il palazzo Rezzonico del Longhena (1750-66), ecc.; fuori di Venezia costruì la chiesa della Pace a Brescia, la facciata di S. Antonio e la chiesa di S. Spirito a Udine.

http://www.treccani.it/enciclopedia/giorgio-massari/ ]